La squadra della speranza
"Con le nostre piccole esperienze di sport, diamo grande forza a chi lotta ogni giorno per la medaglia d'oro della vita" D. M. - "Credo che una frase, un pensiero, una visione sentita in un determinato momento possa cambiarti la vita" M. C. - "Se uno sogna solo è soltanto un sogno, se molti sognano assieme è l’inizio di qualcosa di nuovo. La squadra della speranza, nel suo piccolo, vuole donare un sorriso, un pensiero positivo. Donare dà un senso più compiuto alla propria vita... se anche tu ci credi e vuoi donarti…vieni con noi!" A. F. - "Nulla è difficile se ami quello che fai!" G. L. - "Non è forte colui che non cade mai ma lo è colui che dopo esser caduto si rialza e ricomincia" M. F. - "Dare vita alla materia, significa trasformarla in emozioni" L. S. - "ognuno di noi crede in qualcosa, ognuno di noi vuole un qualcosa, ognuno di noi deve sapere che tutto è possibile" L. S.
NEWS / EVENTI
Pagina 8 di 9
Inizio Precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 Successiva Fine
17/05/2012
Incontro alle Scuole americane di Aviano
News La Squadra della speranza continua gli incontri nelle scuole per diffondere messaggi di positività tra gli studenti. L’ultimo ha visto la presenza di Daniele Molmenti.

Il 27enne di Torre di Pordenone è andato a trovare ben
70 alunni delle Scuole americane alla Base di Aviano in una sorta di ideale gemellaggio Italia-Stati Uniti
all’insegna dello slogan “I valori dello sport, e della vita, non hanno confini geografici”.

Link
Vai alla sezione "Progetti" dove trovi tutti i nostri incontri
22/04/2012
Incontro al Liceo Majorana di Pordenone - Un'alunna ci scrive
News Sabato 21 aprile si è svolto l'incontro con gli alunni del Liceo Majorana di Pordenone.
Domenica 22 la Squadra ha ricevuto questa bellissima mail da una studentessa che vi ha partecipato.

Buongiorno,
Sono una studentessa della classe 2^CU del liceo "G. Leopardi Majorana" Scienze Umane e sabato mattina ho avuto la fortuna di poter partecipare alla conferenza che ha avuto luogo con la partecipazione di Luca Galimberti e Luigi Savaglia. Volevo soltanto farvi i complimenti, siete riusciti ad insegnarci una lezione che ci servirà sicuramente nella vita e anche se non c'è stato necessariamente un voto come a scuola, ognuno di noi ha saputo cogliere a fondo il vostro messaggio.
Non pensavo esistessero delle persone così coraggiose a questo mondo, ma voi ci avete portato la prova contraria.
Devo dire la verità, non sono una sportiva accanita, ma nonostante ciò le testimonianze dei due protagonisti mi hanno fatto riflettere, mi hanno fatto sognare di più ma anche credere nei miei sogni e avere la certezza che un giorno diventeranno realtà.
Ecco, io non voglio sembrarvi noiosa, volevo soltanto ringraziarvi per tutto e, se vi può aiutare, volevo incoraggiarvi in tutto quello che fate.
Sappiate che come me, tante persone vi sostengono e se avrete mai bisogno anche voi di qualcuno con cui poter parlare, o semplicemente sfogarsi, io mi rendo disponibile. :-)
Ogni mattina mi sveglierò con il pensiero che voi ci avete trasmesso, e sono sicura che alzarsi alle 6 del mattino per andare a scuola diventerà il mio sogno, perchè è il mezzo attraverso il qualche potrò rendere realtà il mio sogno, cioè quello di diventare una hostess di volo e sono disposta, come Luigi, di dare la mia anima per raggiungere i miei obbiettivi.
Concludendo, vi ringrazio ancora per tutto quello che fate e sono sicura continuerete a fare.
Se avrete tempo e/o piacere di rispondere a questa e-mail sarò molto contenta!

Cordiali Saluti

Link
Guarda le foto dell'incontro e le risposte degli atleti alla mail
15/04/2012
Luca Galimberti presenta il suo libro
News SABATO 21 APRILE - Ore 18.30 - Biblioteca civica di Pordenone
Affetto da adrenoleucodistrofia (ADL), malattia genetica degenerativa che causa disturbi motori, Luca Galimberti (www.oltrelosport.com), il 38enne milanese trapiantato in Romagna, si racconta nel libro "Il mio sogno chiamato Olimpiade. Non sono fatto per stare su una sedia a rotelle" (coedito da @uxilia Onlus e Comitato Italiano Progetto Mielina, pag. 160). La prossima presentazione del volume e' in programma sabato 21 aprile, alle 18.30, nella sala conferenze "Teresina Degan" della Biblioteca civica di Pordenone, in Piazza XX Settembre.
"Uno dei modi per contrastare l'ADL - dice - e' fare sport. Tant'e' che punto a qualificarmi alle Olimpiadi di Rio 2016 nel kayak (e' tricolore 2011 e vice campione italiano quest'anno, ndr)". Canoa slalom in cui e' molto migliorato grazie alla sua determinazione granitica e ai preziosi insegnanti del suo "guru" Daniele Molmenti, il 27enne di Torre di Pordenone, campione del mondo di canoa slalom nel 2010 a Tacen, in Slovenia.
Il libro si apre con la lettera di Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Telethon impegnato nella ricerca, gli auguri di Luca Pancalli, numero uno del Cip (Comitato italiano paralimpico) e la presentazione del presidente del Comitato Italiano Progetto Mielina, Massimiliano Fanni Canelles. Raccoglie inoltre le testimonianze del dottor Odone, padre di Lorenzo del noto film "L'olio di Lorenzo", dei campioni Benassi, Molmenti, Josefa Idem, di Luca Marini, fratello di Valentino Rossi, ricercatori, medici e altri ancora.

Allegati
Guarda la copertina del libro
Guarda il volantino di presentazione della serata
13/04/2012
Incontri a "La Fiera dei Bambini e delle Famiglie"
News La Squadra della speranza, di cui fa parte il campione del mondo di canoa slalom a Tacen (Slo) 2010, Daniele Molmenti, sbarca a Pordenone, dopo i primi incontri nelle scuole di Conegliano con alcuni dei suoi atleti, ha fatto il suo esordio a Pordenone, a "La Fiera dei Bambini e delle Famiglie". Oggi sono intervenuti (come si vede nelle foto), il campione mondiale di canoa polinesiana, Nicola Zamuner, e l'alpinista Luigi Savaglia che punta a scalare le "seven summits", le sette vette piu' alte di ogni continente (finora ne ha scalate 3), raccontano ai ragazzi le loro attivita', testimoniando soprattutto l'importanza del sacrifico e della passione per raggiungere i risultati desiderati, cercati. Lo sport, dunque, come formazione di valori e sogni quotidiani. "Racconti di sport" e' il titolo dell'incontro: il tema ruota attorno ai valori dello sport come il rispetto delle regole, dell'avversario e la disciplina. In un altro giorno, invece, l'ultramaratoneta Michele Roveredo, che ha percorso centinaia di chilometri a piedi e durante le maratone spinge sua madre malata di Sla in carrozzina per sensibilizzare e raccogliere fondi sulla malattia; all'atleta di thay box, Ivan Silvestrin, e a Nicola Zamuner. Parleranno di "Non solo calcio", tra esperienze sportive ed umane: racconti di chi ha dedicato le proprie energie allo sport e oggi vuole trasmettere ai genitori nuove possibilita' sportive per i loro figli.

Link
Vai alla sezione "Progetti" per i dettagli
23/03/2012
Saremo presenti a "La Fiera dei Bambini e delle Famiglie" il 13 e 14 aprile a Pordenone
News VENERDI' 13 APRILE - Dalle 10.30 alle 11.30 (per i bambini)
Il campione mondiale di canoa, Nicola Zamuner e Luigi Savaglia, l'alpinista con il progetto delle "seven summits" di cui tre realizzate, incontrano i ragazzi.

RACCONTI DI SPORT

Lo sport come formazione di valori e sogni quotidiani.
Racconti di sport e piccoli sacrifici per insegnare i valori dello sport come il rispetto delle regole, il rispetto dell'avversario e la disciplina.
N.B.: solo su prenotazione, max 45 partecipanti


SABATO 14 APRILE - Dalle 10.30
Incontro con Michele Roveredo (ultramaratona), Ivan Silvestrin (thay box) e Nicola Zamuner (wild water, outrigger e sup/surf).

NON SOLO CALCIO...

...dalla corsa alle ultramaratone, alla canoa al surf e al tahy box, esperienze sportive ed umane, racconti di chi ha dedicato le proprie energie allo sport e oggi vuole trasmettere ai genitori nuove possibilita' sportive per i loro figli.

Allegati
Scarica il volantino
Scarica il programma

Link
Vai al sito della Fiera
04/02/2012
Incontro alla "Scuola media Brustolon" di Conegliano
Molmenti: "I risultati arrivano con passione e sacrificio"

Rispetto delle regole e degli avversari, stili di vita corretti, sacrifici. Non solo divertimento, lo sport è anche insegnamento. Racchiude le regole quotidiane del vivere sano e bene. Il resto, se oltre all’applicazione ci sono il talento, la bravura, arriva. Gli obiettivi si trasformano in risultati concreti, i sogni diventano realtà. Insomma, sport come valori da portare avanti. Ecco cos’hanno trasmesso agli studenti delle classi terze della scuola media di Conegliano Grava, nell’incontro organizzato da Michele Chinellato, Daniele Molmenti, campione di canoa slalom, nel kayak, nel 2010 e campione europeo quest’anno; e l’alpinista Luigi Savaglia che punta a scalare le sette vette più alte del Continente...

Link
Vai alla sezione "Progetti" dove trovi tutti i nostri incontri
Pagina 8 di 9
Inizio Precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 Successiva Fine
© La Squadra della Speranza
info@lasquadradellasperanza.it
Note legali - Privacy policy